Categoria: Prosa

Un racconto breve di Eowyn Milis

  Da sempre la presenza degli altri era fondamentale nel suo lavoro. Anzi, a ben guardare, nessun altro lavoro era fondato quanto il suo interamente sulle relazioni. E non certo nel loro aspetto più superficiale ed evidente. Ogni giorno, varcati i cancelli e fatto il suo ingresso in sede, lei si sentiva chiamata a scandagliare…

Di wp_6937204 18/07/2021 0

Anteprima: DAIMONES, primo capitolo

Sta per uscire un mio romanzo di fantascienza, DAIMONES. Ecco il primo capitolo:   La sala grande del Progetto Mendel risuonava di voci alterate. «Il Direttore mi ha più volte indicato come suo successore e tu lo sai bene! Le tue ricchezze non basteranno a comprarti la carica!» A parlare era un giovane alto e…

Di wp_6937204 29/03/2021 0

Riletture – 1: LUOGHI, di Vito Moretti

  VIAGGIO IN PUNTA DI PIEDI: LUOGHI, di Vito Moretti   Ascolto l’eco del poeta che ci chiama e i morti non sono più morti, i luoghi non sono sterili riproduzioni, ma passi incancellabili nel cammino di una vita che cerca, e trova, una via di senso.   Bellissimo, questo libro di Vito Moretti, fin…

Di wp_6937204 20/03/2021 2

un racconto di Giancarlo Boz

  COMPLICAZIONI La scrivania di mio fratello è antica, di almeno tre generazioni. Ha il legno venato dal tempo e dalle cicatrici dei traslochi che la nostra famiglia ha vissuto. Sopra la scrivania, di noce, con le venature scure che camminano per centimetri nelle profondità del corpo del legno, c’è una scatola di plastica opaca,…

Di wp_6937204 18/03/2021 0

un racconto di Lelia Ranalletta

  DACCI OGGI IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO   Cominciò con qualche rado fiocco che riluceva sotto il sole smagliante: quasi una beffa. “Beh, e questi da dove arrivano!” esclamò Bartolo, il barbiere, scrutando il cielo dalla finestra della bottega. Parevano le prove generali della nevicata da un pezzo assente in quel paesino di montagna che…

Di wp_6937204 18/03/2021 0

D. (un racconto di Eowyn Milis)

  Stavo sempre zitta. Non che fosse una novità per me. Anche nella capanna di mio padre, al villaggio, parlavo solo se interrogata, specie da quando mi ero fatta grande e, a dodici anni, non mi si poteva considerare più una bambina, ormai. Del resto, una donna rispettabile resta sempre in piedi, almeno un passo…

Di wp_6937204 16/03/2021 3

un racconto di Jan Asgard

  IL LIBRO L’orlo del vulcano. Gorgia non aveva osato spingersi più in alto, ma la bocca proprio sotto di lui ardeva del fuoco degli dei. Si guardò intorno: una pendice scoscesa, più in là una distesa di un grigio uniforme, strati di polvere che un vento leggero a tratti agitava, disegnando strane forme. Irrazionalmente…

Di wp_6937204 15/03/2021 0