Categoria: Prosa

un racconto di Antonio Fagnani

  Il pomodoro di Mirko   Suona il telefono. Vedo l’orologio e mi accorgo che sono le sette del mattino, un’ora insolita per una telefonata! Mi alzo all’improvviso con preoccupazione ed angoscia sapendo che mia sorella Marcella è gravemente ammalata, per via di una rara e brutta malattia da poco diagnosticata che difficilmente potrà superare.…

Di wp_6937204 04/03/2021 2

un racconto di Lucia Vaccarella

  Era piccola… Era piccola, esile, curve appena accennate, piedini teneri, quasi da bambina. Uno scricciolo. Ma i capelli, quelli invece, un’esplosione di vera bellezza. Capelli morbidi, lussureggianti, piumosi. Oro puro, e talmente  lucenti da sembrare avessero  fatto prigionieri tutti i raggi del sole. Li portava sciolti e le arrivavano quasi alle caviglie, un manto…

Di wp_6937204 03/03/2021 1

Ninnì (Laura Di Nicola)

  NINNÌ Ninnì guardò la casa avita fumare dal bordo stretto del vicolo. Polvere e macerie cantavano al ritmo stridulo delle carriole dei muratori, che facevano avanti e indietro con allegria senza pensare, senza sapere quali trame di sogni fossero intessute in quella malta antica. «Eh tu… Che capisci, tu? Sei una ninnì!» Non avrebbe…

Di wp_6937204 01/03/2021 3

un racconto di Carla Dolazza

  CELESTE Nacque il 29 febbraio del 1920, mentre la grandine rotolava sui balconi, sulle primule, sui tendoni a righe dei caffè e le gambe dei tavolini rotondi rabbrividivano quando soltanto ieri erano stati accarezzati dalle gonne di taffettà e di bianco cotone. Odore di panni puliti, di sangue, di sudore, di capelli sul cuscino.…

Di wp_6937204 01/03/2021 2

un racconto di Sandra Moretti

  Glory L’uomo ferma la macchina sotto una casa in stile liberty. Il sole sta calando. Una ballade rock esplode dalle casse dell’autoradio. “Ne manca solo una, e finalmente sarà completa” pensa tra sé e sé. «Fino a oggi non ho mai scelto chi, ma sapevo esattamente come sarebbero morti. Questa notte sarà diverso.” Esce…

Di wp_6937204 27/02/2021 1

un racconto di Roberta Zimei

  I pesci rossi Devo decidermi a fare il colore. Guarda come vado in giro, basta. Più tardi chiamo Carmen e prendo un appuntamento per oggi pomeriggio. Oddio, però avevo promesso a Giancarla di leggere il bando e provare a pensare al progetto, uffa. No, il bando lo guardo domattina, mi sveglio presto e mi…

Di wp_6937204 27/02/2021 1

una distopia di Eowyn Milis

  Lo vide all’improvviso ma non ne fu stupito. Ne aveva avvertito la presenza già da qualche minuto, pur senz’aver alzato gli occhi. Del resto, non avrebbe potuto fare altrimenti. Non ne avrebbe avuto la forza. Lo spettacolo davanti a se’ era talmente desolante da risultare quasi ipnotico. Come se distogliere lo sguardo potesse accrescere…

Di wp_6937204 27/02/2021 1